Per ottimizzare al meglio la SEO è indispensabile munirsi di alcuni strumenti che facilitano il lavoro di coloro che si occupano degli aspetti più importanti. A partire dall’analisi fino alla messa in atto delle varie strategie può essere molto utile conoscere i principali tools gratuiti utili per poter in primis modificare quello che non va all’interno del sito ma prima ancora di effettuare un’analisi accurata delle caratteristiche dello stesso al fine di poter migliorare l’approccio di chi si occupa di ottimizzarlo sui motori di ricerca.

In generale, i principali tool si occupano di trovare le keyword più ricercate in relazione a determinati argomenti, c’è ancora la possibilità di analizzare i vari backlink presenti su una pagina oppure su un sito intero per verificare se funzionano alla perfezione oppure rimandano a siti abbastanza autorevoli. Ancora, si può visionare l’approccio più indicato per un intervento accurato nella gestione del sito dal punto di vista delle visite e dunque del traffico organico, solo in questo modo si può capire se il sito sta migliorando il suo ranking o meno aggiuntando il tiro in corso d’opera.

Cosa sono i SEO tools

Per SEO tool si intendono tutti quegli strumenti per analizzare il posizionamento di un sito web e prepararsi ad intervenire con la strategia migliore al fine di ottimizzarne il posizionamento sulla SERP. Migliorare la posizione e arrivare tra i primi risultati è l’unico modo per essere notati dagli utenti del web, i primi infatti sono tendenzialmente i siti web più aperti, al tempo stesso risultano quelli più autorevoli.

Migliorare la propria posizione è possibile solo facendo attenzione alla SEO, l’acronimo infatti sta per Search Engine Optimization, e consente di lavorare sia on-page che off-page per risolvere tutti le query richieste dagli utenti.

Da questo punto di vista gli interventi sono numerosi senza contare il fatto che l’algoritmo di Google continua a cambiare nel tempo e pertanto quei siti che sembravano quelli più autorevoli potrebbero non soddisfare più le richieste del motore di ricerca. Ecco perché, solo in questo modo è possibile avere soluzioni differenziate che permettono di cambiare il sito e ottimizzarlo, i vari tool non solo individuano il problema ma ne agevolano la ricerca della soluzione. Vediamo quali sono quelli gratuiti grazie ai quali si può migliorare il proprio sito o pagina.

Google Search Console

Lo strumento forse più potente e utilizzato di tutti non poteva che essere quello posto in essere dallo stesso motore di ricerca. Google Console consente di avere un audit preciso della situazione del sito web, attraverso un’analisi accurata dei backlink e del ranking della pagina. Lo stesso consente inoltre di visionare con attenzione tutto quello che riguarda l’uso dei link, le pagine a cui rimandano e l’autorevolezza delle stesse. C’è un’analisi attenta delle keyword utilizzate ma anche particolare attenzione al dialogo tra lo stesso motore di ricerca e la pagina. Il risultato è che con un semplice tool gratuito si può monitorare l’andamento del sito e ottenere tutto quello che serve per migliorarne e ottimizzarne il posizionamento in breve tempo effettuando un’analisi immediata e veloce.

Bing Webmaster tool

Alter ego del tool precedente, non è possibile sottovalutare l’importanza di questo nuovo strumento. Se è vero che Google è motore di ricerca predominante sul web è altrettanto vero che tutti gli altri e tra questi anche bing sono in continua crescita. Pertanto, riuscire ad aumentare l’ottimizzazione del sito anche all’interno di altri motori non può che dare risultati vantaggiosi sotto i punti di vista. C’è sempre una buona parte di utenti che preferisce essere fuori dalle classiche dinamiche e dagli schermi prestabiliti regalando soluzioni innovative ma del tutto diverse.

Google Analytics

Ulteriore strumento gratuito messo a disposizione dal motore di ricerca è Google Analytics, si tratta di uno strumento fondamentale per verificare la situazione del sito e regalare importanti interventi e strategie. I SEO e SEM Specialist non possono non osservare con molta attenzione i report che questo e gli altri tools gratuiti di Google offrono a tutti i proprietari. Sono proprio i piccoli dettagli che si riescono a notare solo in questo modo che danno soluzioni alternative ma d’effetto. Non si può infatti dimenticare che nel grande mare del web essere competitivi vuol dire anche riuscire a ottimizzare il proprio posizionamento visto che tutte le aziende o sono nate già digitali o comunque si stanno digitalizzando.

Google MyBusiness

Tool fondamentale soprattutto per coloro che hanno un business, consente di migliorare le ricerche localizzate. Questo strumento infatti agevola ad esempio la ricerca di posti da locare ma anche la visibilità di quelle realtà che sono di nicchia e che dunque hanno interesse a ricercare solamente i residenti ad esempio. Insomma, si tratta di uno strumento funzionale ed efficace per ottenere miglioramenti sotto diversi punti di vista consentendo in tal modo di migliorare l’ottimizzazione del sito nel caso in cui sia indispensabile trovare soluzioni all’avanguardia.

SEMRush

Si tratta di un tool gratuito che consente di ottenere anche altre funzioni a pagamento molto utili per risolvere tutti i problemi relativi a determinati siti. Perfetto per avere un audit che consenta di individuare le lacune. Si riescono infatti a trovare quelle che sono le parole chiave da utilizzare maggiormente all’interno del sito ma anche i siti web a cui linkare o da cui essere linkati perché presentano articoli o comunque contenuti attinenti e autorevoli.

Lo strumento in questione consente poi nell’eventualità in cui possa sembrare utile, di ottenere anche un servizio in più a pagamento, perfetto non solo per chi si occupa di SEO professionalmente ma anche per chi vorrebbe semplicemente avere qualche visualizzazione in più mettendo in atto una strategia che migliora nel corso del tempo.

SeoZoom

Anche SEOZoom offre la prova gratuita dei suoi tool, tutti estremamente utili per avere un miglioramento del posizionamento organico.