I link interni SEO devono essere inseriti e aggiustati con la massima precisione. Stiamo parlando di collegamenti che possono determinare le sorti di un progetto online, in un senso o nell’altro. Ciascun link può condurre verso un blog, un sito Internet, una pagina di social network o una piattaforma di e-commerce al fine di soddisfare un’esigenza ben precisa, che varia a seconda delle prerogative aziendali.

Cosa bisogna fare per rendere ogni link interno perfettamente funzionante, nonché utile per migliorare le prestazioni della propria pagina web? Ogni dettaglio sa assumere un ruolo determinante ai fini di risultati soddisfacenti. Ecco ciò che bisogna sapere per una resa ottimale dei collegamenti ipertestuali che indirizzano verso i contenuti del proprio stesso sito Internet.

Cosa sono i link interni

Entrando nei particolari, i link interni sono essenziali per le sorti di un progetto online e questo aspetto va sempre posto in evidenza. Stiamo parlando di semplici collegamenti ipertestuali, grazie ai quali è sufficiente solo un clic per accedere a un’altra pagina di un determinato sito. Quest’ultimo deve essere strutturato in maniera attenta e precisa, affinché possa garantire a ciascun utente un’esperienza fluida e soddisfacente.

A cosa serve creare link interni di alta qualità

La realizzazione di link interni di qualità non è un elemento che va trascurato per la buona resa del proprio progetto online. Come già detto in precedenza, è essenziale dar vita a una struttura ben congegnata e va fatto per diverse ragioni valide. In primo luogo, un’organizzazione del genere è determinante per fare in modo che il traffico organico migliori a vista d’occhio. Di conseguenza, anche i motori di ricerca danno maggior credito a un sito Internet dotato di una link building curata al meglio.

Far funzionare al meglio i link interni per la SEO assume un ruolo focale per diverse ragioni valide. Un accorgimento simile contribuisce a migliorare la posizione di un sito Internet all’interno della SERP. Allo stesso tempo, non ci si deve dimenticare una corretta distribuzione dei valori tra i diversi link collegati, da sviluppare mediante una corretta gestione del link juice. Inoltre, i motori di ricerca analizzano al meglio siti Internet e pagine web mediante il crawler, che deve essere messo nelle condizioni di agire in maniera ottimale.

Perché la struttura dei link interni è così importante

Quando si parla dei link interni, non bisogna mai lasciare in secondo piano l’importanza rivestita da una struttura curata con la massima attenzione. Ogni collegamento deve essere aggiunto seguendo un filo logico ben preciso e senza eccedere con la ricerca a ogni costo di un sito troppo ottimizzato. Si parte generalmente dalla home page e si prosegue con la scelta dei link da dirigere verso le singole categorie del sito, dando vita a una sorta di piramide all’insegna del massimo equilibrio.

Quindi, si procede con un lavoro accurato per cogliere l’argomento centrale della propria pagina web, oltre agli argomenti correlati. Si agisce al meglio sui contenuti delle singole pagine, proseguendo tramite la rimozione dei testi da rimuovere per la loro scarsa qualità generale. In linea di massima, sarebbe opportuno non snaturare la struttura iniziale dei collegamenti, effettuando solo qualche piccolo spostamento che non ne alteri l’essenza.

Come porre in evidenza le pagine più rilevanti grazie ai link interni

Dopo aver effettuato questo delicato lavoro di rimozione dei contenuti inutili e di modifica di quelli più importanti, si va avanti attuando quei piccoli accorgimenti essenziali per valorizzare determinate pagine. Un qualsiasi contenuto assume maggior valore se viene utilizzato come destinazione di una quantità superiore di link. Di conseguenza, il contenuto stesso viene considerato più rilevante agli occhi di Google e ha maggiori probabilità di apparire in prima pagina.

Un discorso analogo può essere portato avanti per quanto riguarda la valutazione da parte degli utenti. Se questi ultimi si rendono conto che un sito Internet conduca a più riprese verso una determinata pagina di destinazione, possono pensare che quest’ultima assuma una maggiore importanza se messa a confronto con altre. Anche per questa ragione, ciascun link interno va utilizzato attuando una strategia ben definita, meglio ancora se con l’ausilio di determinati strumenti. Ciò che conta è riuscire a scegliere di linkare le pagine più importanti rispetto alle altre.

Dall’altra parte, tutto ciò che concerne l’esperienza utente va posto in evidenza. Chi gestisce un sito Internet deve fare in modo che i contenuti siano facilmente fruibili, al fine di garantire un’esperienza di navigazione comoda e pratica. Ogni collegamento va scelto con tutta la dovuta cura e i rispettivi contenuti devono essere attinenti alla pagina linkata. In caso contrario, i rischi di andare incontro a penalizzazioni da parte dei motori di ricerca possono farsi concreti.

La scelta delle migliori parole chiave per link interni di alta qualità

Infine, per creare link interni di alta qualità, non ci si può dimenticare della scelta delle migliori parole chiave. Un aspetto simile può fare la differenza perché facilita la categorizzazione delle varie sezioni, oltre a consentire una costruzione ottimizzata di URL che sanno descrivere una determinata pagina. Importanti sono anche gli Anchor Text, ossia i testi che indirizzano verso una determinata pagina, oltre all’allestimento dei Breadcrumb, cioè varie parole sulle quali cliccare per tornare a una pagina precedente.

Link interni, tanti aspetti per una SEO ottimale

Nel complesso, la scelta dei link interni per la SEO va attuata in seguito a una serie di studi attenti e precisi in merito all’argomento del proprio sito Internet e alla situazione del web in generale. Per facilitare il proprio compito, chiedere aiuto ad un Consulente SEO, che conosca al meglio anche il settore del marketing può essere una scelta adatta a ogni contesto.