Quante volte ti sei chiesto come scrivere articoli ottimizzati SEO? Credo moltissime, oggi questo è un argomento caldo, per così dire e che ogni giorno viene ricercato infinite volte sui motori di ricerca web. Un articolo per blog, un post social, ma anche uno slogan o una scheda tecnica di un e-commerce realizzata in ottica SEO può fare la differenza, e sai perché?

Il tuo sito, la tua pagina, il tuo spazio su internet riceverà senza fatica più visite e, perché no, potrai aumentare il tuo business e anche la tua competenza e presenza online. Scopri qui tutti i segreti dei pro per scrivere articoli ottimizzati SEO in pochi step e senza commettere errori, anche se non sei un content writer professionista.

La ricerca delle parole chiave e dei trend del momento

Per scrivere un articolo blog ottimizzato in ottica SEO è necessario innanzitutto ricercare le parole chiave. Intendiamo cioè le keyword più attinenti al tuo portale, al prodotto che stai per vendere, che promuovi, al tuo tipo di business. Infatti non è necessario utilizzare keyword che sono di tendenza ma che non c’entrano con il tema del tuo mestiere o del tuo post.

La cosa, anzi, è controproducente perché disorienta l’utente, lo rende scontento e non ti fa emergere come professionista del settore: pensaci bene anche quando stai per scegliere gli hashtag sui tuoi social network. Ma come si trovano le parole chiave adatte e più ricercate?

Semplice, puoi fare una ricerca utilizzano Google: inserisci una parola inerente, quella di interesse, nella barra di ricerca. A questo punto verranno elencate anche le correlate, cioè specifiche legate a questa parola. Per esempio se cerchi spiagge potrebbe comparire spiagge italiane, spiagge libere, spiagge per nudisti, ecc. Tutte correlate che ti saranno utilissime per scrivere ottimi testi ottimizzati SEO.

La keyword density, il numero di parole chiave nel testo

Per keyword density invece intendiamo il numero di parole chiave nel testo, la loro densità appunto. Per scrivere articoli ottimizzati SEO, ma anche schede tecniche, testi social, ecc. è bene ripetere la keyword 1-2 volta ogni 100 parole circa. Evita di utilizzarla troppo spesso, al contrario usa le keyword correlate, come visto nell’esempio fatto sopra delle spiagge.

Vedrai, non è difficile, serve un po’ di dimestichezza, di pratica, di esercizio, e se proprio non te la senti di scrivere in prima persona affidati a professionisti esperti.

La suddivisione in paragrafi

Per scrivere articoli ottimizzati SEO è bene rendere fluido il testo, leggibile, snello, come dicono i pro del settore. Una tecnica ideale per non realizzare blocchi di testo visivamente impegnativi, è quello di suddividere l’articolo in paragrafi utilizzando i cosiddetti h2, h3, ecc.

Sono sotto-paragrafi che aiutano l’utente nella lettura, sviluppano testi suddivisi in argomenti e lì andrai anche a concentrare le keyword e le correlate del caso. È ovviamente fondamentale conoscere bene la lingua italiana, o quella di scrittura, per stilare articoli blog o testi leggibili e ottimizzati, anche la stessa suddivisione in paragrafi non può essere fatta a casaccio. Utilizza uno schema di questo tipo, per esempio inserisci:

  • un titolo h1;
  • una introduzione breve che abbia la keyword all’inizio del testo e che spieghi i contenuti di tutto l’articolo;
  • uno o più sottotitoli h2;
  • altri sottotitoli h3 suddivisi per argomento.

L’attenzione ortografica

Abbiamo accennato prima alla correttezza grammaticale, all’importanza di conoscere e utilizzare le regole grammaticali della lingua di scrittura. Qualche esempio spiccio? Per esempio:

  • ricontrolla sempre il testo prima di pubblicarlo, magari usa un tool di correzione automatica;
  • stai attento alla scrittura corretta delle singole parole, in italiano, in inglese, ecc.;
  • i congiuntivi e i verbi devono essere impeccabili, al contrario perderai subito credibilità davanti a chi leggerà il testo, quindi anche ai tuoi potenziali clienti o follower;
  • utilizza uno stesso tempo verbale in tutto il testo, non cambiare se non c’è un motivo specifico;
  • utilizza sempre la stessa persona, per esempio rivolgiti direttamente al lettore in tutto l’articolo, usa il Tu, oppure al contrario il Voi, e così via;
  • usa parole di tendenza e relative all’argomento ma senza esagerare, il testo deve sempre essere ben scritto e avere un taglio blog, cerca sul web o in libreria manuali ad hoc sul tema, ti saranno utilissimi soprattutto all’inizio.

Utilizza piattaforme software blog come WordPress

Per agevolarti nella scrittura di articoli ottimizzati SEO, almeno durante i primi tempi, puoi tranquillamente scegliere piattaforme ad hoc. Una su tutte è WordPress, un software gratuito usufruibile dal web che ti dà la possibilità di creare da zero il tuo blog.

Questo tool ti fornisce tutti gli strumenti fondamentali, puoi inserire i testi, le immagini, le photo-gallery, creare veramente un tuo spazio internet ottimizzato e fruibile da chiunque. WordPress per esempio ti aiuta nella scrittura perché ti suggerisce modifiche per snellire il testo: ottima cosa soprattutto per chi non fa il content creator o il copy writer, non trovi?

Affidati a professionisti o a marketplace specializzati

Hai ancora dubbi su come scrivere articoli ottimizzati SEO, non ti senti all’altezza? Scegli, a questo punto, un professionista che possa realizzare per te ottimi testi per il tuo blog, per il tuo e-commerce, per la tua testata web, e così via. Puoi cercare un bravo copy writer, un content creator, ma anche un ghostwriter.